La versione del tuo browser è obsoleta. Consigliamo di aggiornare il browser alla versione più recente.

Condividi

 BEARS BASKET BUSSOLENGO

ASD BEARS BASKET BUSSOLENGO

Avere il basket come amico significa non essere mai soli, perché la pallacanestro favorisce la conoscenza di se stessi e della realtà che ci circonda, crea tutte le condizioni di una leale e sincera socializzazione, stimola profonde e durature relazioni tra coetani, ci mette in discussione, e ci costringe a trovare delle soluzioni. Ci regala sicurezza, favorisce una conoscenza più diretta dell’ambiente nel quale viviamo; condotti e accompagnati da allenatori/educatori competenti, ci permette di crescere sia atleticamente che mentalmente.

 

GIOCA IMPARA e CRESCI con noi!

 

 

 

 

 

 

Codice di condotta per gli allenatori e staff tecnico


1. Ricorda che come allenatore di una squadra di giovani (qualsiasi categoria essa sia), dovrai agire con maggiore sensibilità e il tuo comportamento dovrà essere diverso da quello di un allenatore di una squadra di adulti o professionisti

2. Dai sempre il buon esempio: è più facile ottenere rispetto se si è per primi rispettosi e si trasmettono buon esempio ed educazione.
3. Sii generoso con i complimenti quando sono meritati. Non ridicolizzare, gridare o peggio ancora, offendere i tuoi giocatori per aver fatto errori o per aver perso una partita. Prendi il tuo tempo per correggerli in forma privata, evitando confronti pubblici e umiliazioni non necessarie per la loro giovane età
4. Insegna ai giocatori che le Regole del Gioco sono accordi “reciproci” e che nessuno deve evitarle o violarle.
5. Sii ragionevole e comprensivo nelle richieste per quanto riguarda il tempo da dedicare al basket, affinché questo impegno possa convivere con quelli scolastici degli atleti
6. Sii la garanzia che tutti i giocatori possano partecipare alle partite. I giocatori meno abili e dotati richiedono e meritano anche loro un adeguato tempo di gioco. Usa amichevoli e tornei per far giocare tutti.
7. Ricorda che i giovani giocano per divertimento e piacere, allenare la loro crescita tecnica e farli giocare per divertire ha la priorità rispetto alla competizione esasperata. Vincere è l’obbiettivo di ogni atleta, ma non è l’unico obiettivo della nostra società
8. Insegna ai giocatori e alla squadra il rispetto per le capacità degli avversari così come il rispetto per il giudizio degli arbitri e degli allenatori opposti.
9. Insisti sul fair play e sulla disciplina. Non tollerare il gioco scorretto e il linguaggio volgare (che per primi non bisogna usare). Sii pronto a togliere dal campo qualsiasi giocatore che possa diventare nervoso o offensivo.
10. Incoraggia i giovani giocatori a sviluppare le competenze di base e sportività. Cerca, durante i loro anni formativi, di evitare un’eccessiva specializzazione dei giocatori nei vari ruoli e non esasperare l’insegnamento tattico, prediligendo l’insegnamento del Gioco in tutti i suoi aspetti.
11. Fissa obiettivi realistici per la squadra e per i singoli giocatori e non spingere i giovani a competizioni da adulti.
12. Crea un ambiente sicuro e piacevole in cui allenarsi e giocare.
13. Valuta sempre correttamente le capacità fisiche e mentali dei tuoi atleti commisurando i loro carichi di lavoro e le informazioni che trasmetti.
14. Impegnati personalmente a tenerti informato sui principi e metodi di allenamento e sui principi di crescita e sviluppo dei giovani.
15. Sii consapevole dell’effetto che hai sui bambini in crescita.
16. Non criticare mai gli arbitri durante la partita ed evita comportamenti poco educativi di fronte ai tuoi giocatori o agli spettatori tutti
17. Ringrazia sempre gli ufficiali di gara e se hanno preso decisioni che richiedono chiarimenti, discuti con loro dei problemi dopo che tutti si sono cambiati ed in forma riservata.
18. Concorda con i genitori e definisci i tempi di rientro del giocatore infortunato senza mettere fretta.
19. Assicurati che le persone, le strutture e i servizi necessari al corretto svolgimento degli allenamenti o delle partite di campionato siano disponibili in ogni momento.
20. Sii responsabile e sicuro di sostenere lo spirito del gioco del basket.
21. Frequenta corsi di aggiornamento per allenatori e per operatori di primo soccorso (BLS-D) obbligatori per legge e non: un allenatore è prima di tutto un educatore responsabile dei propri ragazzi
22. Supporta la “Carta dei Diritti dello Sport dei Giovani” e tutte le politiche a favore dei bambini e giovani nello sport.
23. Garantisci che tu e la tua squadra siate orgogliosi di voi stessi, del Club e degli sforzi fatti durante la stagione, proponendoti sempre in termini costruttivi, e mai negativi, in qualsiasi situazione nei confronti dei singoli, della squadra, dei genitori o della società in generale.